Intervista sul Corriere del Ticino

Melide Con i sogni non si costruisce

A colloquio con Marco Chiancianesi, promotore della nuova residenza Villa Branca Nata sulle ceneri dell’edificio che ha anticipato il possibile destino della Romantica.

A Melide, nel giro di qualche anno, si sono giocati i destini di due edifici rappresentativi di una certa cultura: dapprima Villa Branca, demolita un anno e mezzo fa e dove sta sbocciando il cantiere di una residenza che porterà lo stesso nome, e ora la Romantica, intorno alla quale le ruspe stanno già scaldando i motori. Ma come si vive questa situazione dall’altra parte della barricata, ovvero dei promotori immobiliari? Ne abbiamo parlato con Marco Chiancianesi, titolare con Daniele Longoni dell’omonimo studio, e con l’architetto Claudia Mazzoli che per loro segue il progetto Villa Branca. “Preciso subito – dice Chiancianesi – che non siamo noi che abbiamo demolito Villa Branca. Sono stati i politici i mandanti. Noi facciamo business, ma non cambiamo la storia. Infatti a Cassarate abbiamo integrato una villa dell’800 nel nuovo complesso di Via Pico. A Melide non sarebbe stato possibile”.

Nessun rimpianto ?

“Se dovessi parlare con il cuore, ragionerei in un modo; come imprenditore, devo ragionare in un altro. La Romantica in Ticino rappresenta un immagine simbolica, una cartolina. Lugano si è aperta a un certo tipo di business internazionale e si sta vendendo a queste persone. Il concetto è che quel tipo di storia ‘luganese’ non ci sarà più, a partire dal dialetto. Bignasca, quando parlava di ‘riserva indiana’, non aveva tutti i torti”. “Che valore architettonico ha una Romantica? A Lugano – interviene l’arch. Mazzoli – si è demolito di tutto e di più e ora ci si fanno problemi ? Io sono laureata in restauro e conservazione, quindi in teoria dovrei essere quella propensa a conservare. Ma a Villa Branca non c’era niente da conservare, era tutto posticcio. E se si vuole conservare la Romantica bisognava trovarle uno scopo, che non può certo essere commerciale: a questo punto dovrebbero comprarla le Istituzioni. Ma per conservare bisogna fare una pianificazione, con veri vincoli e divieti”.

Torniamo alla vostra Villa Branca.

“La sicurezza lato montagna – conclude Chiancianesi – ha rallentato la procedura. Questa fase terminerà fra 3-4 mesi, poi partirà la costruzione. La consegna dello stabile dovrebbe avvenire a metà del 2015. Sono 41 appartamenti, da 3.5 a 5.5 locali. Di standing elevato, che arriva al lusso per gli attici, con soluzioni energetiche sostenibili. C’è un pezzo di terreno a lago che verrà espropriato dal Comune il quale ci lascerà una zona ad uso esclusivo. I prezzi saranno sui 13.000 franchi al metro. Abbiamo già venduto metà degli appartamenti, che sono aperti anche all’acquisto come residenza secondaria”.DOC005

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...